• Fata Morgana se ne va
Fata Morgana se ne va

Fata Morgana se ne va

"Fata Morgana non ci sta a fingersi allegoria dell'immaginario degli uomini nella storia e nella cultura. C'è di meglio e cercate altrove, manda a dire. Inafferrabile, sfuggente, ambigua, è saltata fuori al primo calare dell'oscurità medievale. Estranea ai miti greci, al greve fantasticare romano, alle epopee cristiane della 'Legenda aurea'. Morgana, ultima figurante del poderoso filone dell'immaginario europeo medievale, affonda in mare le sue robe vecchie e senza voltarsi si lascia attrarre dal gorgo. Non se ne sa più niente. Tra le nebbie di Avalon stagnano acque e zanzare. Nell'uggiosa Camelot usano tavole quadre; di quella rotonda se ne è fatta legna. Sul colle a mare di Tintagel si aggirano sporadici ovini. Non cercatevi il Graal. Robe vecchie. Della luna, sia in falce che in tondo, si è già detto". Vedi di più