• I sentieri della vita
I sentieri della vita

I sentieri della vita

«Io per gli amici mi chiamo Vincenzo e basta! E non te lo scordare, ci siamo capiti? E per punizione che mi hai dato del voi, sarai tu a raccontare.» Tra le rughe del viso, borbotta lo sguardo che non trova più l'energia della giovinezza. Ci si consola, si accarezzano i ricordi e si borbotta, perché è fisiologico. E se passa un ragazzo scostumato si borbotta. E se passa quello educato che saluta, si apprezza quel tanto che basta per borbottare su quelli che, invece, sono scostumati. È la terza età, quella più impietosa e più lenta, che si avvicina silenziosa e porta via quasi tutto senza fare rumore. Qualcosa, però, rimane sempre. Le storie, le esperienze, le emozioni, i ricordi di chi ha visto il mondo cambiare perché ha avuto il tempo di rendersene conto. Quest'oggi, quei tanti "qualcuno" stanno per raccontarsi delle storie che sono le loro storie. State per conoscere un mondo intero che non c'è quasi più, ma che ha ancora tanto da insegnare. Vedi di più