• La pietra di Sarajevo
La pietra di Sarajevo

La pietra di Sarajevo

"Fare il verso al mondo è l'intenzione felicemente poetica di Enzo Ragone. Perché la vita poggia il suo fianco sul piano inclinato del tempo. Si muove liberamente e forsennatamente sulla superficie dello spazio, aggrovigliandosi dentro fusioni contrastanti e continue. Dipana i suoi fili secondo l'ironia di un Caso che chiude l'esistenza a mille esiti imprevedibili. Il tempo aiuta a far scorrere le cose fuori dalle direzioni previste, lungo sentieri non praticabili da certezze anticipate o da progetti rassicuranti. La distanza presiede ogni scambio e fonda il sentimento tragico di una solitudine pervadente e assidua, come quella di Enzo Ragone. Il poeta salernitano costruisce un labirinto assecondando e doppiando il senso della vita, il suo controsenso. Pietra su pietra egli innalza un'architettura di parole irremovibile e definitiva. [...] Le immagini di Mimmo Paladino accompagnano la poesia di Enzo Ragone. L'artista della transavanguardia sviluppa un linguaggio che è un intreccio tra astrazione e figurazione. Un eclettismo stilistico domina la produzione iconografica dell'artista e realizza un felice incontro con le parole del poeta sul confine tra l'arte e la vita." (dalla prefazione di Achille Bonito Oliva) Vedi di più